Consulenza educativa per futuri e neogenitori

Articoli con tag ‘sorellina’

Arriva il fratellino (o la sorellina)!!

secondo-figlio

Spesso la nascita del secondo figlio crea mille dubbi ed ansie nei genitori, soprattutto per ciò che riguarda la gestione del il primo bimbo/a e su come reagirà all’arrivo del fratellino/sorellina. E’ assolutamente normale avere per la testa mille domande, sarebbe strano se non accadesse! A volte si ha la paura che non si riuscirà ad amare a sufficienza il primo figlio , alcuni genitori temono di diventare molto protettivi verso il nuovo nato trascurando però il figlio più grande… Allora, ciò che prima di tutto serve è…. tempo! Non pretendete di adeguarvi subito al cambiamento che avverrà nella vostra famiglia.

Come per voi, anche per il vostro primo bimbo è necessario del tempo per capire che l’affetto di mamma e papà nei suoi confronti non cambia con l’arrivo di un fratellino e che c’è posto nel cuore dei genitori per entrambi. Come aiutare il bambino più grande a prepararsi all’arrivo del fratellino(o sorellina)? Già durante la gravidanza, quando il pancione è abbastanza evidente si può spiegare che li dentro c’è una bambino/a che sta crescendo. Si potranno leggere insieme delle storie illustrate che parlano dell’argomento, scegliere e preparare vestiti ed accessori per il nuovo arrivato/a. Quando arriverà il momento del parto sarebbe meglio che il bambino rimanesse a casa propria con un familiare con cui ha molta confidenza.

Qui entra in gioco il papà: sarà l’occasione per trascorrere del tempo insieme e fare cose “da grandi” rassicurando il bambino e fargli sentire che è speciale. Può essere utile coinvolgerlo nel “prendersi cura” della mamma, per esempio facendogli preparare un bel disegno da regalarle, e consolarlo quando ne sente la mancanza. Un consiglio per la mamma : quando vi verrà a trovare in ospedale sarebbe meglio non farsi trovare con il neonato in braccio ma accogliere il bambino e dedicare i primi momenti esclusivamente a lui. Dopo potrete avvicinarlo alla culletta e presentargli il fratellino o sorellina.

Aspettatevi tanta curiosità, lasciate che lo accarezzi e solo se lui lo vuole lasciategi dare un bacino, non forzatelo mai a gesti per cui non si sente pronto. Rassicuratelo che presto tornerete a casa e se si mostra turbato e piange potreste dargli un oggetto ( un braccialetto, un vostro orologio ecc) da custodire fino al vostro rientro. Quando tornerete a casa sarebbe meglio avere, per qualche settimana o comunque fino all’avvio dell’allattamento, un aiuto nella gestione delle faccende domestiche e dei bambini. Una volta a casa è importante che il fratello più grande sia coinvolto nelle attenzioni dedicate al più piccolo magari raccontando di quando facevate quelle stesse cose per lui, di come era da piccolo(mostrategli delle foto così realizzerà meglio) e di cosa faceva.

Nonostante le migliori attenzioni e le preparazioni all’evento, aspettatevi un po’ di gelosia e risentimento, perché è un atteggiamento del tutto normale. Il bambino più grande diventerà più esigente e dipendente dalla madre e potrebbe regredire in qualche comportamento(ad esempio riprendere a farsi pipì addosso). E’ importante che la mamma riesca a dedicare del tempo esclusivo a ciascun bambino, a tale scopo è utile ricorrere alla collaborazione del papà, dei nonni o degli amici.

Il più grande ha bisogno di rassicurazione e tranquillità per questo è necessario, nei limiti del possibile, non sconvolgere troppo la sua routine e mantenere la maggior parte delle abitudini e attività. A tale proposito in prossimità della nascita del fratellino/sorellina non è consigliabile togliere il pannolino o il ciuccio.

Infine vorrei riportare un aneddoto personale: quando nacque la mia seconda figlia cercai di preparare al meglio il fratello(di 3 anni) il quale non ebbe particolari problemi nell’accettare la sorellina nei primi giorni dopo il rientro a casa. Un giorno però guardò la piccola dentro la culletta e poi si rivolse a me chiedendomi: “mamma, ma quando va a casa sua la sorellina?!?”. Ecco, con questo voglio rassicurarvi sul fatto che ci saranno momenti di gelosia, sono assolutamente fisiologici, e non dovranno essere ne puniti ne negati. Andranno semplicemente accettati con molta pazienza….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: