Supporto professionale che conduce i neogenitori a scelte consapevoli in campo educativo.

Articoli con tag ‘neomamma’

Il tocco gentile

mamma-neonato_bianconeroNegli ultimi anni sempre più neomamme scelgono di seguire un corso di massaggio neonatale. I corsi sono tenuti da insegnanti/facilitatori formati da  associazioni o enti con sigle differenti, ma tutti hanno un obiettivo comune ben preciso: incentivare e promuovere la relazione genitore – bambino attraverso il massaggio. (altro…)

Il ritorno a casa dopo il parto: una vera rivoluzione!

aditya-romansa-117344.jpg

Photo by Aditya Romansa on Unsplash

.
Cara mamma,

tornare a casa dall’ospedale sarà un momento molto bello, ma anche difficile e faticoso. Il ritmo della giornata all’inizio sarà scandito dalle poppate e dai cambi di pannolini e ci vorranno giorni o persino settimane per ritrovare un nuovo equilibrio.

COSA SUCCEDE UNA VOLTA TORNATA A CASA?

Restare soli con un neonato nei primi tempi può essere molto faticoso. Inoltre i bambini sono tutti diversi, dunque non è possibile sapere con certezza che temperamento avrà il tuo.
Dunque al rientro a casa è importante avere fin da subito il sostegno di un altro adulto (marito/compagno/madre/suocera/amica/sorella).
Ciò che conta di più nei primi mesi sono il riposo e il contatto con il tuo bambino. Infondo dovete imparare a conoscervi reciprocamente….e per questo ci vuole tempo. Quindi il primo consiglio è di riposare ogni volta che si può, cercando l’aiuto di altre persone per i lavori di casa o per tutto quello che non riguardi la cura del bambino.
Alcuni neonati hanno poche necessità: mangiare, essere cambiati e stare a contatto con la mamma. Altri bambini per il loro temperamento (e non per colpa tua) sono nervosi, dormono poco, piangono spesso, si infastidiscono più facilmente. Questi bimbi sono sicuramente più impegnativi perchè hanno bisogno di molte cure e attenzioni.
Ma allo stesso tempo anche tu sei stanca e potresti non sentirti in grado di soddisfare così tante richieste. Quindi ricorda: chiedi aiuto! Per accudire alcuni bimbi non basta una persona, serve una rete di sostegno.
I padri, i nonni, le amiche, i professionisti del settore,  le altre mamme, le vicine di casa… sono i nodi di una rete che può rivelarsi importantissima. Non vergognarti di chiedere supporto.

QUALI AIUTI?

Ti avverto già: tante persone ti diranno cosa devi fare e non fare, tutti sembreranno sapere perchè tuo figlio sta piangendo quando tu, invece, non ne hai idea! In questi momenti alcune frasi potrebbero farti sentire incapace e insicura: il rischio è che la paura di sbagliare prenda in sopravvento bloccandoti e non facendoti vedere con lucidità le possibili vie di uscita.. Tutto ciò potrebbe allontanarti da tuo figlio e ciò sarebbe un danno.
Ogni bambino è unico e va scoperto, nessuno lo può conoscere più dei suoi genitori. Quindi osservarlo, studia le sue reazioni, allo stesso modo anche lui ti osserverà, sentirà il tuo stato d’animo e in questo modo potrete avvicinarvi l’uno all’altra.

Vedrai che giorno dopo giorno imparerete a conoscervi sempre meglio migliorando le routine di base consolidando via via la vostra reciproca intesa.

Se desideri fissare un appuntamento per una consulenza su tale argomento (online, a domicilio -Padova e provincia- o in studio presso la Cooperativa Crescendo)  puoi utilizzare il modulo di contatto o inviare un messaggio Whatsapp al nr 3703282962

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: